Spring Open Day la primavera d’autunno

Spring Open Day la primavera d’autunno

Speranza e coraggio: le parole d’ordine al primo evento dal vivo organizzato con successo da
REM presso Cograf Etichette di Torino. Il titolo stesso dell’evento “Spring Open Day” è un
chiaro segnale di resilienza che molti attendevano. Evento, che si sarebbe dovuto svolgere in
primavera, per evidenziare la risposta offset alle esigenze di tirature medie e medio-basse per
etichette autoadesive di elevata qualità di stampa e nobilitazione. E che ha riscosso un vero
successo.

È stata una sfida, ed è stata vinta. Ettore MarettiREM srl, e Roberto CotterchioCograf  hanno voluto dare un segno di fiducia al mercato delle etichette adesive organizzando l’open house del 19 settembre, per vedere in azione la Weigang WL-340 REM Edition, di cui Cograf aveva siglato l’ordine al Labelexpo 2019, e consegnata subito dopo la fiera a Bruxelles, dove avevamo registrato questo accordo in diretta (leggi qui). La macchina è entrata in produzione nell’ottobre 2019.
Organizzato con tutte le misure di sicurezza necessarie per garantire il benessere dei numerosi intervenuti in rappresentanza delle maggiori aziende del settore etichette autoadesive venute anche dal sud Italia, all’evento hanno partecipato diverse aziende partner per i materiali e le soluzioni tecniche.

Roberto Cotterchio (a sx) con Ettore Maretti dopo il brindisi augurale

Brindando all’evento, Ettore Maretti e Roberto Cotterchio hanno sottolineato come con questa iniziativa si sia dato il segnale che tutti volevamo: fiducia nella ripresa di un mercato vivace e che guarda al futuro con la voglia di di non restare al palo.

Obiettivo: qualità e costi contenuti

Ciò che può aver sorpreso alcuni dei partecipanti è l’affermazione di Roberto Cotterchio che questa offset è stata acquistata “in sostituzione della stampa digitale con la quale Cograf operava per le piccole tirature“.
Una conferma ci viene da Nadia Ounnadi, responsabile tecnico dei produzione: «La nostra esigenza era quella di avere una macchina produttiva per etichette di alta qualità e con un finishing di alto livello, che ci permettesse di limitare i costi di produzione anche nelle tirature medie e basse. Con la nuova Weigand REM Edition possiamo gestire dalle 5 alle 10 commesse al giorno, senza sovraccaricare i costi per i clienti

Questa Weigang WL-340 REM Edition è una semirotativa banda 340 mm, 5 colori offset UV in più un gruppo flexo, con tecnologia Bosch Rexroth, dotata di moduli per oro a caldo semirotativo con sistema di riscaldamento a induzione elettromagnetica a tre zone differenziate; serigrafia piano cilindrica; cliché per il rilievo in piano con stazione oro a caldo integrata; fustellatura.
Seguendo le operazioni in diretta le operazioni di cambio lavoro, abbiamo calcolato che i tempi sono decisamente ridotti: 90” per ogni lastra, compresa punzonatura e piega, poco di più per il cambio cliché e lamina, le fustelle e le bobine.
Tempi che non compromettono la produttività anche su lavori di tirature medio-corte.
In questo VIDEO Roberto Cotterchio illustra il lavoro che si sta eseguendo sulla Weigang WL-340 REM Edition, nel corso dello Spring Open Day

Roberto Cotterchio presenta il progetto che Cograf ha lanciato con l’installazione della Weigang WL-340 REM Edition 

Clicca qui per seguire la presentazione in VIDEO

Il contributo dei partner

I partner, nel descrivere i propri prodotti hanno sottolineato, oltre alle tecnologie, l’importanza della sostenibilità. Un tema al quale le aziende sono sempre più attente e sensibili.
Ha iniziato Dario Santilli, che ha descritto il supporto per etichette Sabrage Blanc de Blancs di UPM Raflatac, una carta in fibre di cotone, certificata FSC ideale per etichette nobilitate con embossing. Santilli ha illustrato i dati ambientali attuali di UPM nella produzione di carta: meno 14% di emissione CO2; meno 26% di consumo d’acqua; meno 17% di consumo di energia.  In linea con il tradizionale claim di UPM quali “front-runner” della sostenibilità.

Gianfranco Scaletta, agente in Piemonte per  Marks.3 ZET, ha descritto gli inchiostri T&K Toka. Sono inchiostri altamente pigmentati a bassa migrazione per la stampa offset UV e UV LED. Questi inchiostri prodotti in Giappone, sono caratterizzati dalla pulizia in macchina, elevata resistenza ai graffi. Oltre che per le etichette, sono inchiostri molto adatti alla stampa si supporti non assorbenti, come PET, PE e PP, carte laminate e film PVC. Ha inoltre illustrato i supporti speciali per la nobilitazione di etichette della svizzera Schmid Rhyner AG.

Sempre nel campo della nobilitazione, Marco Gaviglio di Luxoro, distributore esclusivo per l’Italia dei foil, cliché e tecnologie del Gruppo Kurzha illustrato alcuni degli effetti molto speciali per etichette e dei quali ha mostrato alcuni interessanti esempi.
I cliché in magnesio sono stati forniti da Cliché Service di Carpi, dei quali Antonio Martinelli ha mostrato la semplice procedure di sostituzione nel cambio lavoro.Fabrizio Decio Amministratore Delegato di Wink South Europe, ha dato una vera e propria lezione di fustellatura, descrivendo come effettuare un taglio ‘delicato’. Del resto come ha sottolineato, Wink più che fornire lame, offre la sua consulenza e assistenza per usarle al meglio, secondo le specifiche necessità legate al supporto e al tipo di lavoro. Per un approfondimento sul tema, rimandiamo alla nostra intervista pubblicata nel marzo 2019 (leggi qui).

Il parere degli ospiti

Tra gli etichettifici presenti Alberto Quaglia, Gruppo ARO, etichette autoadesive, esprime il suo parere sull’evento: in questo VIDEO 

Articolo scritto e redatto da